Crocchette per cani fatte in casa!

crocchette per cani fai da te
Crocchette per cani fatte in casa

Realizza insieme a me delle gustose CROCCHETTE PER CANI FATTE IN CASA !!!

La comodità di avere del cibo secco pronto è innegabile, comodo in viaggio e quando si va di fretta. La mia mania di ricreare in casa in maniera genuina tutto quanto c’è di appetitoso nel cibo preconfezionato, mi ha fatto cercare la possibilità di realizzare delle crocchette simil-industriali, ma casalinghe, che contenessero all’interno un pasto completo.

Sono partita da circa 1 kg totale di nutrienti freschi amalgamati insieme che una volta cotti ed essiccati si dimezzano il loro peso per la perdita dell’acqua contenuta all’interno, quindi con questa ricetta si ottiene circa ½ kg di crocchette casalinghe con le seguenti proporzioni: 50 – 60% di proteine fresche – 20 – 25 % di cereali – 20 – 25% di verdure l’equivalente di un pasto fresco

Le proporzioni indicate possono essere variate secondo il fabbisogno energetico individuale del cane, diminuendo o aumentando le proteine, utilizzando un’unica fonte proteica per casi particolari. SENTIRE SEMPRE IL VETERINARIO PER STABILIRE LA GIUSTA DOSE.

La dose da dare è indicativamente 15-20 gr ogni Kg di peso del cane:

  • ad esempio un cane di 5 Kg ne può mangiare 75-100 gr giornalieri;
  • un cane di 10 kg, 150-200 gr giornalieri;
  • (NB: la dose indicata è giornaliera, va divisa in due se date due pasti)

 

INGREDIENTI:

  • crocchettefaidate
    crocchette per cani fatte in casa

    300 GR DI FARINA DI RISO

  • 250 GR DI VERDURE MISTE
  • 400 GR CARNE TRITATA MISTA
  • 2 UOVA
  • 1 RAMETTO DI ROSMARINO
  • UN PEZZETTO DI AGLIO
  • 1 TAZZINA DA CAFFE’ DI OLIO DI GIRASOLE

.

crocchettefaidate2
crocchette per cani fatte in casa

PROCEDIMENTO:

 

Tagliate la verdura a pezzetti e cuocetela in acqua; frullatela assieme a 2 mestoli di acqua di cottura e mettete da parte.

Cuocete la carne in un tegame con acqua quanto basta e il rametto di rosmarino; quando è ben cotta frullatela bene assieme al pezzetto di aglio finché non diventa una purea liscia ed omogenea e mettete da parte.

 Unite in una terrina capiente la purea di verdura e la purea di carne precedentemente preparate, aggiungete le uova (tenendo da parte i gusci), la farina e l’olio. I gusci delle uova (ottima fonte di calcio) devono essere preventivamente sterilizzati per scongiurare la presenza di eventuali batteri tramite bollitura in acqua, passati in forno caldo a 150° per 5 minuti circa o qualche minuto nel microonde, e poi frullati nel mixer fino a farli diventare una polvere sottile.

Una volta preparata la polvere di guscio d’uovo va aggiunta insieme agli altri ingredienti e che amalgameremo bene aiutandoci con un minipimer o con un mixer. Ne risulterà un impasto morbido che stenderemo in una teglia ricoperta di carta da forno aiutandoci con una spatola facendo uno strato alto circa un centimetro il più regolare possibile.

crocchettefaidate3
crocchette per cani fatte in casa

COTTURA

Lasciate cuocere nel forno preriscaldato a 180°-190° per circa 30/40 minuti o finché l’impasto non risulta asciutto come una pizza. Togliete dal forno e capovolgete su un ripiano per lasciare intiepidire giusto il tempo di poterlo maneggiare quindi togliete la carta da forno e iniziate a tagliare delle strisce.

.

crocchettefaidate4
crocchette per cani fatte in casa

Tagliate da entrambi i versi così da ottenere dei quadrotti più o meno grandi in base alla taglia del vostro cane. Le crocchette così ottenute vanno rimesse in forno per permettere all’interno che è ancora morbido di asciugare bene. Cuocete a 180° per altri 30 minuti circa e lasciate freddare nel forno spento con lo sportello un po’ aperto per permettere la perdita di tutta l’umidità residua.

Be Sociable, Share!

88 pensieri riguardo “Crocchette per cani fatte in casa!

  1. volendo inserirle come dieta quotidiana, che vitamine o integratore introduci?
    oppure non introduco niente ma alterno con crocchette monoproteiche industriali e umido?
    (sto facendo una dieta ad esclusione causa probabile allergia alimentare)

    1. Per un eventuale integratore ti potrà indirizzare sicuramente meglio il tuo veterinario che conosce il cane. Ma sei seguita per la dieta ? perchè una dieta ad esclusione non si fa alternando crocchette industriali – umido – crocchette fatte in casa … difficilmente in questo modo riuscirai a capire quale sia l’allergene fastidioso. Anzi, ti dirò di più …. la dieta ad esclusione non si fa con le crocchette visto che sono un agglomerato di sostanze per cui risulta davvero molto difficile capire se dovessero dar fastidio. Una dieta ad esclusione per individuare eventuali intolleranze si fa con cibo fresco … inserendo 1 alimento per volta per diversi giorni. Se non ha un nutrizionista di riferimento che la può seguire in questo percorso, può richiedere una consulenza al Dott. Valerio Guiggi. Per info e costi scriva una mail a: ricettedacani.veterinario@gmail.com
      Un saluto, a presto.

  2. Ciao! Mi sono imbattuta nel tuo blog cercando una ricetta per dei biscottini da dare al mio Chihuahua come premio.
    Non ho mai cucinato per il mio cagnolino se non un pezzettino di carne qua e là e zucchine di cui va matto. Spesso mescolo un uovo (tuorlo crudo e albume cotto) alle sue crocchette consigliate dal veterinario e indicate anche per l’eccessiva lacrimazione tipica di questa razza. Alterno le crocchette con le buste di umido (due volte a settimana) della stessa marca.
    Ma poi ho visto questa ricetta e mi è venuta voglia di provare!
    Leggendo tra i commenti ho visto che hai accennato al fatto che si può alternare anche il tipo di farina usata poiché hanno proprietà differenti. Posso usare due o anche tre tipi di farina nella stessa ricetta o è meglio usarne un tipo solo “alla volta”?
    Inoltre volevo chiederti indicazioni sul guscio d’uovo. Io ne ho sempre messo un cucchiaino nell’umido ma non l’ho mai “cotto” in forno. L’ho sempre sciacquato e lasciato asciugare. Ho sbagliato?
    Io e Charlie ti ringraziamo per i consigli e la ricetta e adesso andiamo a cercarne altre che abbiamo fame. Bau!

    1. Ciao, bentrovata !
      Ma lo sai che ho fatto una ricetta proprio per LUNA una chihuahua model (è una piccola modella !!!)) le LUNETTE ALLA MARINARA
      Per la farina da usare io ti consiglio di usare un tipo alla volta, la ricetta viene meglio sicuramente. Vedrai che andrà matto per quei piccoli bocconcini, sono irresistibili.
      Perchè aggiungi il guscio d’uovo alle scatolette ? il cibo industriale è già completo, rischi di integrare con troppo calcio, creando delle problematiche di salute. Comunque il guscio a meno che non si utilizzano quelli delle uova sode (quindi già cotti), vanno sterilizzati per togliere i batteri (la salmonella).
      Ciao Charlie fatti preparare dalla mamma tanti biscottini buoni …. a presto !

  3. Ciao
    Ho fatto ieri Qs fantastiche crocche X il mio barboncino di 3,3 kg
    Non ti dico la gioia con cui le gusta… volevo chiederti se è un pasto completo e può sostituire le crocchette industriali nell’alimentazione quotidiana… grazie infinite X qs ricetta!!!

    1. Ma beneeee … sono contenta !!! in effetti sono gustosissime e poi possono essere personalizzate secondo il guasto del proprio cane. E’ un pasto completo, ma le vitamine delle verdure vengono abbattute dalla cottura, quindi …. o dai un integratore di vitamine, oppure le alterni a dei pasti freschi (come faccio io). Prova anche quelle al salmone … sono strepitose e il pesce azzurro è ricchissimo di omega 3. Fammi sapere il tuo piccino che ne pensa, i miei le adorano !
      Ciao a presto.

    1. Ciao … certo che puoi usare la farina normale … diciamo che per i cani non è la migliore da utilizzare, è sempre da preferire quella di riso e quella integrale, di solito le farine troppo raffinate non sono consigliate. Direi comunque che per fare una prova domani può andar bene, la prossima infornata la farai con la farina giusta. Aspetto di sapere il risultato … fammi sapere come è andata.
      Ciao a presto.

  4. Ciao! Intanto volevo complimentarmi per il tuo fantastico lavoro! E poi volevo chiederti: ma l’aglio (insieme alla cipolla) non è sconsigliato per i cani?

    1. Ciao e grazie !!!
      Per quello che riguarda l’aglio ti copio una risposta che ho dato parecchio tempo fa ad un utente del web. La sua tossicità è dipesa dalla dose (come tante cose che mangiamo) ed è un po’ una leggenda metropolitana. I barfisti lo danno a cicli periodici, ma parliamo di spicchi interi. Io stessa ne faccio uso per i miei cani, in piccole dosi e a cicli periodici, in aggiunta alla pappa. In ogni caso puoi decidere tranquillamente di toglierlo dagli ingredienti che la ricetta non ne risente, queste crocchette sono gustosissime !!! Fammi sapere che ne pensa il tuo cane …. il suo giudizio è assolutamente insindacabile.
      ciao a presto.

      L’aglio è un antibiotico, antibatterico e antiparassitario naturale ottimo se dato nelle giuste dosi, largamente utilizzato nelle crocchette olistiche, nelle nuove formulazioni delle migliori marche (di cui ovviamente non posso fare il nome ma che tranquillamente puoi ricercare nel web), e negli integratori naturali (estratti in olio) utilizzati in molti allevamenti riconosciuti per l’accrescimento e la salute dei cani.
      Per completezza la dose tossica corrisponde al 0.5% del peso dell’animale, per cui un cane di 10 kg ne dovrebbe mangiare REGOLARMENTE circa 5 gr al giorno (1 spicchio)tutti i giorni per parecchio tempo, per veder insorgere l’anemia.
      Il Dott. Pitcairn (autore di The Complete Guide to Natural Health for Dogs and Cats) suggerisce l’uso di aglio fresco in cicli periodici indicandone le quantità da dare ( in spicchi) in base al peso del cane.
      Molti veterinari olistici lo consigliano per i suoi grandi benefici nella stimolazione del sistema immunitario e come repellente naturale per zecche pulci e zanzare.
      Secondo Gregorio Tilford, (autore di All You Ever Wanted to Know About Herbs for Pets), un cane sano può consumare tranquillamente 1/8 di cucchiaino di aglio in polvere per chilo di cibo da 3 a 4 volte alla settimana.
      La cipolla invece contenendo una maggiore quantità di tiosolfati e non avendo inoltre nessun beneficio se ne sconsiglia l’uso.

    1. Buongiorno
      certo che è possibile …. si può sostituire con altro tipo di farina: integrale, di orzo, di farro, oppure andare su quelle senza glutine di quinoa, di amaranto.
      Ho inserito in questa ricette la farina di riso perchè pur essendo senza glutine e quindi adatta anche ai cani intolleranti è di facile reperibilità (si trova in qualsiasi negozio).
      Un saluto, a presto.

  5. Ciao. Innanzitutto voglio farti i miei complimenti per questo sito,è fantastico e prenderò sicuramente spunto per qualche ricettina e colgo anche l’occasione per chiederti un consiglio. Ho un bouledog francese di 14 mesi,sin da piccolo abbiamo avuto problemi di dermatiti dovuti all’alimentazione e per questo siamo passati a quella casalinga. Dopo un po’ di tempo abbiamo voluto riprovate con le crocchette ipoallergeniche,soprattutto per comodità,e devo dire che è andata bene anche se purtroppo le mangia solo con delle aggiunte… È un cane un po’ troppo viziato . Adesso arriviamo al mio dubbio, voglio provare a fargli queste crocchette perché voglio essere sicura di sapere cosa mangia e sono un po titubante di quelle industriali, ma visto che queste non sono del tutto sostanziose con che cosa potrei accompagnarle? Grazie mille

    1. Ciao benvenuta, ti ringrazio per i complimenti, e aspetto i commenti per le ricette una volta realizzate, se vuoi puoi anche mettere la foto nella pagina Facebook, ne sarò felice.
      Diciamo che le crocchette fatte in casa non possono essere considerate come quelle industriali, dare solo quelle è riduttivo, bisognerebbe aggiungere delle vitamine e integrazioni. Ma alternate ad un pasto casalingo sono ottime quando si va di fretta, sono pronte, apri il sacchetto e via !!!
      Le crocchette preparale e vedi che le divorerà …. i miei cani e cani di amici, la prima volta che le hanno preparate hanno avuto i cani di guardia al forno per tutto il tempo della cottura …. ahahah
      però ragiona anche su una dieta completamente naturale, ben compilata per il tuo cane che è ancora un cucciolone: carne, pesce, uova, ricotta fresca,verdure, carboidrati … nelle giuste proporzioni.
      Aspetto notizie e foto della ricetta, ciao a presto.

  6. ciao!! seguo da qualche settimana questo fantastico blog e ho già provato qualche ricetta di qualche biscottino da usare come premietto, con splendidi risultati. Volevo esporti un mio problema e sapere cosa ne pensi. Ho un cucciolo meticcio di 5 mesi che da quando ha compiuto 4 mesi e cioè da quando è iniziata la fase della sostituzione dei dentini, ha cominciato a fare storie con le crocchette. Per renderle più gustose ho sempre aggiunto qualcosina, tipo qualche biscotto per cani sbriciolato, o un pò di parmigiano e siamo andati avanti così per un altro mese. Ora però, è da qualche settimana che nonostante l’aggiunta si rifiuta di mangiarle e devo fare veramente un grosso sforzo per convincerlo, ma il più delle volte le lascia non prendendo quindi la giusta quantità giornaliera di proteine, carboidrati ecc… Anche io condivido una linea di pensiero BIO e tutto naturale, il problema è che ne ho parlato con almeno 3 veterinari della dieta casalinga e tutti mi hanno detto di no, perchè al momento il cucciolo è in crescita ma soprattutto è un meticcio e non abbiamo range di crescita a cui far riferimento e si rischia di andare incontro a carenze alimentari. Tu che cosa ne pensi? Ti confesso che io sarei più felice se mangiasse il casalingo perchè so che cosa mangia (e diciamoci la verità, li facciamo più contenti), e il secco (proverei queste crocchette per comodità, tipo la mattina quando si va di fretta). Il problema è che avrebbe bisogno di una dieta bilanciata e a quanto pare qui non mi aiuteranno i veterinari perchè per loro non va bene come ho scritto prima. Tu che cosa mi consiglieresti ? Grazie e scusa se mi sono dilungata

    1. Ciao bentrovata, il problema che non si può stilare una dieta perchè è un meticcio mi è nuova …. non si finisce mai di imparare eh !!!
      Il range di crescita futuro non c’entra nulla con la dieta (e mica si fanno le diete in base al peso da adulto … e che scherziamo??). La dieta per un cucciolo va fatta con attenzione sul peso attuale e rivista una volta a settimana in base alla crescita (ho svezzato una cucciolata al naturale e ti assicuro che è un grande impegno ma anche una grandissima soddisfazione).
      Chiaro che per un cucciolo di questa età la dieta va preparata da un nutrizionista che sappia il fatto suo … non tutti i veterinari sono esperti di nutrizione per questo ti rimandano al cibo preconfezionato.
      Io personalmente penso tutto il bene possibile del cibo buono fin da cuccioli, la salute e l’intestino si formano adesso (leggi svezzamento del cane e intolleranze e ti farai un’idea)

      Perchè non scrivi al nostro veterinario nutrizionista ? ti può compilare una dieta su misura che aiuta il tuo cucciolo a crescere sano e forte.
      ricettedacani.veterinario@gmail.com …. logicamente la consulenza e la dieta sono a pagamento, ma oltre ad essere seguita da lui, una volta imparato puoi far da sola senza problemi.
      ti mando un saluto a risentirci presto

      P.S. grazie per i complimenti, sono sempre graditissimi

      1. Ti ringrazio tanto!! 🙂
        Potresti spiegarmi però come mai nonostante rappresentino un pasto completo queste crocchette non sono sufficienti ? Non è possibile creare crocchette che contengano le giuste dosi di proteine , carboidrati ecc , come le schifezze industriali che siamo costretti a comprare e che i veterinari tanto decantano?
        Grazie in anticipo per i chiarimenti 😉

        1. La giusta alimentazione è data dalla varietà. Le crocchette industriali contengono delle vitamine sintetiche che aggiungono dopo aver distrutto l’alimento con il processo di estrusione. Basta leggere gli ingredienti e si legge una sfilza di aggiunte.
          Ciao a presto.

    1. Sono contenta che sono di suo gusto … sicuramente le tollera visto che sono naturali e senza additivi e conservanti (i principali responsabili di problematiche varie), personalizzate con alimenti che consuma abitualmente.
      A risentirci presto.

    1. Mettendo sottovuoto, oppure surgelando in piccole porzioni, in questo modo dopo aver scongelato hai la giusta quantità senza correre il rischio che si rovini.
      Un saluto, a presto.

  7. Ciao innanzitutto tanti cari complimenti per queste ricette casalinghe per cani, sei davvero brava!
    Vorrei avere una ricetta per fare delle crocchette casalinghe pasto completo e dosi giornaliere da sommministrare
    al mio cagnone Berto, golden retrieverer di quasi 13 anni, peso kg 35.
    Putroppo nella sua vita ha sempre avuto spesso e voletieri dermatiti e otiti, è affetto da leishmaniosi, ha avuto sabbia alla cistifellea e da due anni ha un sarcoma maligno ai tessuti molli.
    Poi è anche molto delicato di intestino.
    Lo so è un caso semi disperato ma se vedessi come stiamo lottando a contrastare tutto questo…e poi confido molto nel cibo casalingo.
    Pensaci su e dammi una tua preziosa ricetta da usare come pasto completo.
    Attendo una tua risposta appena possibile.
    Grazie mille

    1. Ciao Francesca, grazie per i complimenti, io ci metto il cuore !!!
      Le crocchette fatte in casa non possono essere usate in maniera esclusiva, in quanto avrebbero bisogno di integratori, è sicuramente un pasto completo, ma da alternare a cibo fresco preparato al momento, cosa che sicuramente sarà di beneficio al tuo Berto. La grande digeribilità dell’alimentazione naturale unita alla possibilità di personalizzare per ogni singolo individuo è sempre una ricetta vincente. Se fosse il mio cane io alternerei le varie ricette, con i vari ingredienti per vedere tra l’altro la migliore tollerabilità …. cosa che oltretutto faccio già, visto che i miei cani sono una razza super-delicata ….
      Devi essere paziente ed andare a tentativi perchè non è un caso semplice. Ma il veterinario che dice ?
      Fammi sapere gli sviluppi …. a presto e un abbraccio al tuo Berto !!!

    1. Ciao Giacomo, grazie per il tuo intervento che mi da la possibilità di sfatare una leggenda metropolitana.
      L’aglio è un antibiotico, antibatterico e antiparassitario naturale ottimo se dato nelle giuste dosi, largamente utilizzato nelle crocchette olistiche, nelle nuove formulazioni delle migliori marche (di cui ovviamente non posso fare il nome ma che tranquillamente puoi ricercare nel web), e negli integratori naturali (estratti in olio) utilizzati in molti allevamenti riconosciuti per l’accrescimento e la salute dei cani.
      Per completezza la dose tossica corrisponde al 0.5% del peso dell’animale, per cui un cane di 10 kg ne dovrebbe mangiare REGOLARMENTE circa 5 gr al giorno (1 spicchio)tutti i giorni per parecchio tempo, per veder insorgere l’anemia.
      Il Dott. Pitcairn (autore di The Complete Guide to Natural Health for Dogs and Cats) suggerisce l’uso di aglio fresco in cicli periodici indicandone le quantità da dare ( in spicchi) in base al peso del cane.
      Molti veterinari olistici lo consigliano per i suoi grandi benefici nella stimolazione del sistema immunitario e come repellente naturale per zecche pulci e zanzare.
      Secondo Gregorio Tilford, (autore di All You Ever Wanted to Know About Herbs for Pets), un cane sano può consumare tranquillamente 1/8 di cucchiaino di aglio in polvere per chilo di cibo da 3 a 4 volte alla settimana.
      La cipolla invece contenendo una maggiore quantità di tiosolfati e non avendo inoltre nessun beneficio se ne sconsiglia l’uso.
      Io stessa lo uso a cicli per i miei cani con ottimi risultati. Un saluto.

  8. Bella idea…va bene lo stesso se si lasciano un po più morbidi…se li metto in frigo?ho la cagnolina che fa fatica a digerire i croccantini secchi e lumido costa…come posso fare?

    1. Ma certo che puoi lasciarli più morbidi, l’essiccazione serve in realtà per la conservazione. Puoi anche metterli sottovuoto e conservarli in frigo più a lungo, oppure addirittura congelarli in monoporzioni giornaliere da scongelare al momento dell’uso. Oppure, visto i problemi della tua cagnolina, puoi fare in alternanza un umido fatto in casa che si conserva in frigo tranquillamente una settimana (un pochino meno in estate) guarda la ricetta e la preparazione Scatoletta per cani fai da te (carne in gelatina di ossa)
      Un saluto, a risentirci presto.

  9. Grazie per tutti i consigli dati. Io vorrei chiederti un consiglio per un cane che ha problemi renali e quindi deve mangiare poco proteico. In questo caso quanto macinato di manzo devo mettere?

    1. Nei problemi renali bisogna limitare l’apporto delle proteine, privilegiando alimenti che hanno un alto valore biologico in modo che vengano completamente assimilati senza produrre scorie a carico dei reni. Ad esempio l’uovo ha un altissimo valore biologico ed è ideale da utilizzare in questi casi. Se fosse il mio cane io lascerei le uova e dimezzerei la quantità della carne. Ti consiglio comunque di confrontarti con il veterinario che è l’unico che ti può aiutare nella formulazione della dieta più adatta. Un saluto.

  10. Ciao grazie davvero per questa splendida idea delle crocchette home made!Ho due carline la piccola di 5 mesi mangia ancora i croccantini x cuccioli che le davano in allevamento mentre la grande di 11 mesi in questi giorni sta passando a quelli x adulti e non ne vuole sapere (non è mai stata entusiasta a dire il vero).Sono sempre più convinta che l’alimentazione casalinga sia la migliore ma siccome le porto sempre anche in viaggio in effetti organizzarsi non è facile…proverò di sicuro queste crocchette che mi sembrano l’alternativa migliore quando non è possibile cucinare!

    1. Ti ringrazio per l’apprezzamento …. in effetti questa ricetta nasce proprio per i viaggi. E’ innegabile la comodità di un cibo secco pronto, e in questo modo si riesce a personalizzare la ricetta a misura del proprio cane, proprio come una pappa fatta in casa. Guarda anche altre ricette di crocchette che ho pubblicato, magari ti possono essere da spunto per nuove idee. A risentirci presto, saluti.

  11. Ciao oggi ho provato a preparare questa ricetta ( in questo momento l’impasto è in forno…) con alcune varianti, in ottica di riciclo.

    Ho usato:
    200 gr di farina di farro e 100 gr di grano saraceno;
    150 gr di carota e 100 gr di mela
    mezzo vasetto di yogurt intero invece dei gusci d’uovo

    Cosa te ne pare?

    1. Ottimo direi !!!! …. Lo yogurt però, benchè sia un’ottima fonte di fermenti lattici non riesce a sostituire il calcio presente nei gusci d’uovo. Benissimo come premietto (la fantasia e il riciclo senza limiti se non quelli dell’alimento consentito) … continua così, sei su un’ottima strada !!! in attesa delle tue prossime varianti ti mando un saluto …. a presto.

      1. Bene… vuol dire che la prossima volta aggiungerò anche deg i gusci in polvere… lo yogurt mi serviva, tra l’altro anche a rendere più manipolabile l’impasto 😉

    1. Ciao Marco, la formula grain free prevede un’alimentazione senza cereali, che nelle formulazioni industriali vengono di solito sostituiti dalle patate. Onestamente non so garantire la riuscita della ricetta realizzata in questo modo, ma varrebbe la pena provare…..
      In alternativa potresti provare un low grain, diminuendo la farina e aggiungendo fecola di patate.
      Comunque prossimamente mi cimenterò a realizzare un alimento grain free ( è quasi una sfida !!! … ahahah ) … continua a seguirmi, se vedi la ricetta pubblicata vuol dire che che ci sono riuscita … a presto, saluti.

    1. Ciao Chiara, le uova vengono cotte e tengono benissimo a 15 anche 20 giorni di conservazione, le crocchette mantengono un odore buonissimo purchè vengano cotte ed essiccate a dovere.
      Qualora tu decidessi di toglierle puoi sostituirle con la fecola di patate che fa da legante, ma devi necessariamente aumentare la quantità delle proteine (almeno 100 gr di carne in più) in quanto sono conteggiate nella quota. Puoi prendere spunto dalla ricetta Crocchette light – per cani – fatte in casa – videoricetta dove non ho fatto uso delle uova.
      Un saluto, a presto.

  12. Ciao!!che fantastica cosa poter fare e saper cosa mangia il mio cane! che tipo di farine posso usare? la farina di grano tenero tipo 00 va bene?

    1. Tutte le farine vanno bene, purchè non siano raffinate, quindi integrale, di farro, ai cereali, di amaranto, di riso, di orzo … è possibile alternale per cambiare gusto e nutrienti e realizzare dei fantastici bocconcini fatti in casa, 100% naturali di cui conosci esattamente gli ingredienti !!!
      La farina di grano tenero 00 non è consigliabile in quanto la totale mancanza di fibre rende gli amidi facilmente assimilabili e di conseguenza ha un indice glicemico molto alto … ma questo è valido anche per il nostro mangiar sano a tavola.
      ciao a presto !!!

  13. Ciao e grazie per la ricetta.
    Avrei una domanda: la data di scadenza delle crocchette? Quanto possono stare conservate in un barattolo chiuso?
    Grazie ^^

    1. Si conservano circa 15/20 giorni a patto che siano ben essiccate. E’ conveniente farle freddare direttamente nella teglia a forno spento e poi successivamente lasciarle all’aria ben distanziate tra loro almeno mezza giornata prima di metterle nel barattolo. E’ necessario che perdano completamente qualsiasi residuo di umidità, altrimenti nel barattolo ammuffiscono.
      Un saluto, a presto.

  14. Salve! Vorrei sapere, quali sono le verdure consigliate per i nostri amici? E che tipo di carne è consigliabile mettere? Io ad esempio so già che non metterò pollo perché la mia ciccina è intollerante! Grazie mille e buona giornata!:)

    1. Per quello che riguarda le verdure diciamo un po’ tutte, purchè non sia intollerante, vedi nell’articolo quali verdure dare al nostro cane le varie caratteristiche nutritive, io di solito utilizzo carote, zucchine, zucca, bietole, ….. per la carne stesso discorso … va bene maiale, tacchino, manzo, sempre tenendo conto delle eventuali intolleranze.
      un saluto !!!

  15. Buonasera, sono capitata per caso su questa fantastica ricetta perché vorrei cominciare a fare crocchette casalinghe per il mio Brownie, bassotto di 3 anni e mezzo che attualmente alimento con carne bollita (tacchino e vitellone), polenta scondita, olio di semi di lino e un integratore di fibre e vitamine. Ho iniziato con questa dieta, dapprima solo con tacchino e polenta, poi introducendo anche altri tipi di carne, su consiglio del veterinario da circa un anno, per grossi problemi gastrointestinali che ha avuto da quando era ancora un cucciolo. Dopo tanti tentativi siamo riusciti a raggiungere un equilibrio e ora sta bene. Vorrei provare questa ricetta, per quanto riguarda le verdure partirei con carote e zucchine, e per le uova, non le ha mai mangiate, ma vorrei iniziare comunque a dargliele, il problema è che al riso è intollerante e come fonte di carboidrati l’unica cosa che sono certa non gli dia problemi è proprio la polenta. Posso sostituirla alla farina di riso? Eventualmente in quale quantità? Grazie mille e complimenti per il sito e le ricette!

    1. Puoi tranquillamente sostituire il riso con la polenta, nelle stesse quantità, il top sarebbe utilizzare la farina di mais a grana medio/fine (la polenta fioretto ), più facilmente lavorabile e di solito utilizzata proprio per la realizzazione dei biscotti e dei dolci. La normale farina di mais essendo più grossolana sicuramente creerà un impasto più slegato, ma è comunque fattibile.
      Le uova, in questo caso risultano assolutamente necessarie alla riuscita della ricetta ma se utilizzi la polenta fioretto puoi inizialmente inserirne solo 1 aumentando di 50 gr la quantità di carne, riuscendo, data la piccola quantità presente all’interno della crocchetta stessa, a creare nel tuo Brownie quella tolleranza orale che gli consentirà di digerirle meglio quando le mangerà intere.
      Ti ringrazio per l’apprezzamento, attendo notizie ….. un saluto.

  16. Buongiorno, mi sono imbattuta nella tua ricetta, tra qualche giorno a casa arriverà Charlie, e tutto mi spaventa un po’, da un po’ di tempo sono passata al bio e al naturale anche x noi, e vorrei fare lo stesso anche x lui…. Se aumento le proteine posso già darle a Charlie? Il mio veterinario sicuramente vorrà che usi le crocchette ma chissà che schifezza contengono … Mi prendono i brividi!

    1. Non è detto che il veterinario non approvi la tua idea di una cucina naturale che sia in linea con il tuo pensiero BIO, io ne parlerei apertamente, sono molti ormai che hanno rivalutato una scelta che prima era considerata solo “cucina degli avanzi” ma che si rivela sempre più uno studio attento e mirato alle singole necessità dei nostri amici.
      Sicuramente se Charlie è un cucciolo avrà bisogno di maggiori proteine, ma avrà anche bisogno di grande varietà di oli (per assumere tutti gli omega), di proteine, di vegetali e frutta ( per i vari complessi vitaminici) per poter crescere sano e senza alcuna carenza nutrizionale, pertanto dare soltanto la crocchetta, seppur casalinga e sana, è troppo riduttivo per un cagnolino in crescita.
      Questo non vuol dire che non le puoi preparare, utilizzandole in alternanza ad altri pasti sono perfette e ti aiutano sicuramente a gestire il tempo e le numerose pappe di cui un cucciolo ha bisogno.
      Continua senza aver paura con la tua idea BIO …. vedrai che risulterà sicuramente vincente !!! …. a presto.

      1. Scusate se mi intrometto, ma se in una giornata ad esempio, per un cucciolo, vogliamo alternare crocchette e cibo fresco, le dosi da dare in giornata delle crocchette casalinghe sono comunque 15-20 gr a kg?
        quindi nel caso, il mio cucciolo di 5 mesi che mangia 2 volte al giorno e pesa circa 12 kg dovrebbe mangiare a pranzo circa 180-240 gr di crocchette e un pasto completo di cibo fresco la sera?

        1. Si certo … più o meno così … poi ti regoli in base al cane. Io le uso principalmente per le vacanze e mi sono sempre trovata bene, avendo 3 cani da 25 e 20 kg ciascuno dovrei produrle in maniera industriale.
          Un saluto, ciao.

  17. Hi there would you mind stating which blog platform you’re using?
    I’m planning to start my own blog soon but I’m having a difficult time choosing between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal.
    The reason I ask is because your layout seems different then most blogs and I’m looking for something completely unique.
    P.S Sorry for being off-topic but I had to ask!

    1. Hi, we are using WordPress 4. with “twenty” theme. The theme was customized by us about colours, images, disposition etc. Hope we help you, bye and good luck

  18. Buon giorno, per caso ho letto la ricetta delle crocchette dal vostro sito che proverò sicuramente.
    Io ho due Akita maschio e femmina di 7 anni che pesano ca 30 kg l’uno.
    Mi sono avvicinata alle crocchette e biscotti fatti in casa in quanto la femmina ha la dermatite e dopo svariati tentativi di cambio crocchette industriali senza risultato volevo provare con una cucina naturale senza glutine.
    Mangiano i biscotti al mattino sempre fatti da me per la femmina senza glutine.
    A mezzogiorno tipo pane secco e alla sera crocchette con 35gr. Ciascuno Di carne trita bollita nella ciotola.
    Quante crocchette dovrei dargli a ciascuno?
    Se avete dei suggerimenti da darmi per la dermatite vi ringrazio.
    Il maschio è un esemplare splendido come pelo e proporzioni.
    Sono preoccupata per la femmina.
    Buona giornata.

    1. Ho letto con attenzione il tuo post e ho ragionato su cosa avrei fatto io se fossi al tuo posto ….
      Con un cane con dermatite, bisogna innanzi tutto trovare la causa, valutare se è dermatite atopica, alimentare, ambientale, o solo intolleranza agli additivi chimici che sono contenuti nel cibo industriale ….
      Io al tuo posto non inizierei con una crocchetta, casalinga si, ma sempre assemblata con vari alimenti …. se dovesse continuare il problema, non riuscirei a capire quale alimento contenuto potrebbe dare fastidio.
      Io inizierei con una pappa cucinata, inserendo un alimento per volta …. inizierei dalla carne e 1 verdura …. sempre la stessa per un certo periodo …. aggiungendo poi la fonte di carboidrati ( senza glutine ce ne sono tantissimi: patate, patate americane, riso, miglio, amaranto, quinoa, grano saraceno) e una volta individuata la pappa giusta per la tua femminuccia puoi pensare di assemblarla in una crocchetta.
      Aggiungere nella ciotola cibo cucinato ad un cibo industriale può creare (in quei soggetti delicati) problemi di digestione (vedi l’articolo – Come iniziare l’alimentazione naturale per il tuo cane).
      Senz’altro scegliere di alimentare il proprio cane in maniera naturale è sicuramente un primo passo che ti aiuterà a risolvere il problema. Spero di esserti stata utile. A risentirci presto, un saluto.

      1. Ringrazio per la vostra tempestiva risposta, proverò così.
        Ma quanta carne, quanta verdura e quanti carboidrati per un cane di 30 kg.?
        Vorrei darle la giusta dose. È una mangiona mangia tutto.
        Buona giornata. Anna

        1. Felice di risentirti !!!…. Dunque …. la giusta dose non è universale … è quella giusta proprio per il tuo cane. Ti faccio un esempio: anche io ho due cani, maschio e femmina, e la femmina che ha un metabolismo veloce, mangia una proporzione più alta del maschio, altrimenti mi dimagrisce.
          Diciamo che si inizia con una percentuale standard pari al 2,5% del peso corporeo e dopo circa 10/15 gg si pesa il cane per vedere se ha subito variazioni e si aggiusta il tiro …… si diminuisce la quantità se è ingrassato, si aumenta se è dimagrito, logicamente con un cane nel suo peso forma. (vedi l’articolo – Quanto cibo casalingo dare al nostro cane)
          Ti consiglio comunque di farti seguire, almeno all’inizio, da un professionista, in modo che tramite l’osservazione riesca a individuare le proporzioni giuste per la tua mangiona.
          Ciao, a presto !!!

    1. Il grano saraceno è ottimo, inseme al riso, quinoa, miglio e amaranto viene utilizzato per quei cani che hanno intolleranza al glutine.
      Il grano saraceno non è un cereale, ed è un’ottima fonte di proteine e sali minerali. L’unica eventuale controindicazione potrebbe essere data da una specifica intolleranza proprio a questo alimento.
      Prossimamente preparerò una nuova ricetta di crocchette proprio con una di queste farine alternative ai soliti cereali. Un saluto, a presto.

      1. scusami ancora ma ti chiedo: essendo la farina di grano saraceno fonte di proteine…devo quindi diminuire la carne nelle dosi o lascio così? siccome la mia “cana” ha la tendenza ad ingrassare (sterilizzata)…sto cercano di non farla aumentare di peso senza però farle patire fame…scusa ancora e grazie

        1. Controllando la scheda con il valore nutrizionale dell’alimento, ho riscontrato che la quantità di proteine in 100 gr di grano saraceno corrisponde circa a 13 gr, per cui se hai paura che diventi troppo proteico puoi magari eliminare 1 uovo……
          ma ….. (c’è un ma….) il grano saraceno contiene un’elevata quantità di fibre insolubili che fungono da riempitivo e di solito vengono aggiunte alla pappa proprio per i cani in sovrappeso (di solito si aggiunge un pochino di crusca), che servono a dare un senso di sazietà e che vengono tutte espulse con le feci (avrai pupù da record).
          Secondo me le cose si compensano ….. valuta tu come prepararle … magari puoi farle in entrambi i modi, alternando e pesando la tua “cana” che sicuramente diventerà una top model dog !!! A risentirci. Ciao !!!

    1. Le crocchette casalinghe se sono ben essiccate in forno durano anche 20-30 giorni. A cottura ultimata risultano ancora un po’ morbidine, ma basta lasciarle nella teglia a forno spento e sportello semiaperto finchè non si freddano. Ti consiglio inoltre dopo che si sono freddate, di aspettare ancora una mezza giornata prima di metterli in un barattolo ermetico, in modo da far perdere tutta l’eventuale umidità residua ed essere certi della migliore conservabilità. Un saluto, a presto con le nuove ricette.

  19. Ciao, ho appena scoperto questo sito/blog in quanto interessata a cucinare per la mia quadrupede e a smettere di comprare cose già fatte che contengono di tutto (io sono molto vegetariana o quasi vegana e mi sembra stupido che il mio cane debba mangiare le peggio cose).. Ho preparato dei biscottini che adorano, sia lei che il cane di mia mamma, ma che possiamo darli saltuariamente.. La mia pesa 3,5 kg circa, quella di mia mamma 5,5 abbondanti.. Quante crocchette di queste potremmo dargli? Grazie, Cristina

    1. Ciao Cristina, la quantità da dare è variabile da cane a cane, varia in base all’età, al movimento che fanno durante la giornata, al metabolismo individuale che per i cani di piccola taglia è molto più alto che nei cani grandi (quindi in proporzione mangiano di più)…… indicativamente io con i miei cani adulti, mediamente sedentari mi regolo dando 15-20 gr ogni kg di peso. Devi provare e vedere qual’è la quantità più adatta per le tue cagnoline, tenendo conto che potrai personalizzare la ricetta proprio secondo i loro gusti. Un saluto

    1. Per i cuccioli l’alimentazione va adattata a quella che è la curva di crescita.  Hanno necessità di una pappa energetica e proteica, la quantità di carne inserita in questa ricetta sicuramente non è sufficiente, va aumentata, almeno del 20-30% in più e saranno necessari degli integratori vitaminici. In realtà dovresti prima integrare i vari alimenti in un pasto cucinato per evidenziare eventuali intolleranze (se ce ne sono) e con l’aiuto di un professionista , una volta individuato le quantità corrette adattarle alla ricetta personalizzandola.
      Questa ricetta andrebbe realizzata con ingredienti che il nostro amico ha già tollerato in precedenza, altrimenti vanno esclusi e sostituiti con altri.
      Spero di esserti stata di aiuto e continua a seguirci, tante ricettine in arrivo.
      Ciao a presto

  20. Ciao, ho una cucciola di 5 mesi, da due mesi sto somministrando alimenti che cucino freschi ogni giorno, sempre sotto controllo della mia veterinaria nutrizionista. Sono super interessata alla tua ricetta e ti chiedo al posto delle uova, che al momento non posso darle, cosa posso somministrare e i gusci? grazie ciao

    1. Al posto delle uova puoi aggiungere 100 gr del tipo di carne che mangia abitualmente, oppure 80 gr di frattaglie se sono state introdotte e poi per legare gli ingredienti puoi usare un paio di cucchiai di fecola di patate. Per i gusci d’uovo chiedi al veterinario, ma non ci dovrebbero essere problemi per l’utilizzo, i cani in crescita necessitano di calcio. Una coccola affettuosa alla tua cucciola super fortunata!!

  21. CIAO…. TROVO FANTASTICA LA POSSIILITA’ DI FARE LE CROCCHETTE IN CASA PER I MIEI CANI…IO GIÀ’ DO LORO CIBO CUCINATO E AGGIUNGO L’OLIO DI SOIA…..MI CHIEDEVO SE PUÒ SOSTITUIRE QUELLO DI GIRASOLE?

    1. Ma certamente !!! Puoi tranquillamente utilizzare olio di girasole, di soia, di semi di lino, olio di pesce, pieni di acidi grassi Omega 3 e Omega 6, sono tutti importanti, ti consiglio di alternarli tra loro in modo che i tuoi cani possano trarre il massimo beneficio dalle loro differenti caratteristiche. Un saluto.

  22. Grazie per la fantastica ricetta, è ormai da un anno che cucino per i miei cani da quando l’ultimo arrivato ha preso la gastroenterite ed ho deciso che per non danneggiare di più con i classici croccantini avrei cambiato alimentazione. Però questa ricetta mi risulta molto comoda soprattutto per i periodi in cui mi sposto per lavoro e lascio i miei cani a casa. Vorrei solo sfatare il mito del l’aglio che fa male, lo do tranquillamente a tutti e tre i cani e la scorsa estate non si sono presi nemmeno una zecca e qui al sud ce ne sono in grandi quantità. Grazie di nuovo per la ricetta

    1. Ottimoooo !!!! ….. Io ringrazio te per aver condiviso la tua esperienza. Anche la ricetta delle crocchette al salmone è golosissima, la devi provare ….. continua a seguirci, prossimamente proverò a creare nuove ricette di crocchette sfiziose …. anche a me servono per i viaggi ….. un saluto.

  23. ho fatto le crocchette come descritto ma dopo un primo periodo buono di alcuni giorni…ora ha spesso scariche di diarrea e non capisco come mai….può essere l’uovo? o l’olio? oppure????

    1. La diarrea ( o sono feci molli ? … è diverso … con l’alimentazione casalinga le feci sono più morbide) può essere dipesa da molte cause : può essere un episodio momentaneo virale non dovuto all’alimentazione, oppure un’intolleranza ad uno degli ingredienti, o forse il tuo cane ha necessità di una proporzione diversa dei nutrienti (magari per lui le verdure inserite sono troppe e vanno diminuite).
      Questa ricetta andrebbe realizzata con ingredienti che il nostro amico ha già tollerato in precedenza, altrimenti vanno esclusi e sostituiti con altri, in questo caso una dieta privativa è molto utile per capire.
      La comodità di fare in casa le crocchette ti consente di personalizzare la ricetta proprio secondo le esigenze del tuo cane che solo tu conosci bene, aumentare o diminuire, eliminare un nutriente e mettere un altro … creando una formula che è solo esclusiva per il tuo amato pet.
      Un saluto.

      1. grazie mille per l’aiuto!!! ma se diminuisco le verdure quanto aumento dell’altro? altra cosa: 1 tazzina da caffè di olio…le tazzine sono diverse una dall’altra…potrei avere la dose in grammi?
        se diminuisco la quantità di uovo…aumento la quantità di carne giusto? scusa per tutte queste domande…porta pazienza ma questa nuovo modo di alimentazione casalinga mi interessa molto e voglio fare del mio meglio per la mia “iena”. Grazie

        1. Ciao Rossana felice di risentirti, se diminuisci le verdure e togli le uova puoi sostituire con fecola di patate( 2 cucchiai circa) e aumentare la quantità di carne di almeno 80 gr.
          Puoi pensare di utilizzare un solo tipo di carne (tacchino – maiale – manzo) se diminuisci la quantità di olio mettendo 2 cucchiai scarsi ottieni senza dubbio delle crocchette più leggere.
          Ti consiglio però di provare i vari ingredienti singolarmente nei pasti cucinati prima di inserirli nella ricetta di crocchette, per riuscire a capire eventuali intolleranze (se ce ne sono) in modo da eliminare l’alimento “incriminato”.
          Vedrai che se proverai con pazienza riuscirai a trovare la formula perfetta per la tua “iena”…. ciao a presto.

          1. Ciao, ho riprovato a fare le crocchette seguendo “quasi” le tue istruzioni, soltanto che invece di cuocere prima le verdure e la carne, ho frullato tutto da crudo, mescolando poi con la farina di riso e 2 cucchiai di olio SENZA uova. Mi sembrano venute bene lo stesso…ma ho fatto male a fare questo procedimento?

          2. In realtà non hai fatto male … l’unico dubbio è sulla conservabilità del prodotto, ma se le consumi in pochi giorni il problema non nasce. Attendo gli aggiornamenti del caso!!!
            Un caro saluto.

  24. Ciao, sono da sempre profondamente contraria alla crocchetta comprata, ma la mia veterinaria continua ad insistere che il cibo fresco cucinato in casa raccoglie molti batteri e che devo usare le crocchette anche perchè sono equilibrate ed hanno tutti i nutrienti per una crescita sana. Io e la mia famiglia abbiamo cani da una vita ed hanno sempre mangiato cose cucinate per loro (pollo riso e verdure) e sono vissuti tutti 16 anni (alla faccia dei batteri). Comunque volendo trovare una via di mezzo che accontenti tutti mi sono imbattuta nella tua ricetta per le crocchette fatte in case che mi ha entusiasmato, la mia Bonnie ha tre mesi e mezzo, va bene anche per lei o devo aggiungere qualcosa?

    1. ciao Annalisa, anche io la penso come te e anche io ho avuto cani alimentati a naturale vissuti come matusalemme.
      Nei cuccioli così piccoli però l’alimentazione naturale deve essere seguita da un professionista, va fatta su misura e cambiata periodicamente in base alla curva di crescita. Hanno necessità di una pappa energetica e proteica, la quantità di carne inserita in questa ricetta sicuramente non è sufficiente, va aumentata, almeno del 20-30% in più e saranno necessari degli integratori vitaminici.
      La quantità da dare è maggiore e varia anche in base alla taglia del cane … paradossalmente le taglie mini e supermini hanno un metabolismo molto alto e necessitano di una quantità più alta in proporzione.
      Ti consiglio di cercare un professionista nella tua zona specializzato in alimentazione naturale ( ce ne sono tanti !!) e una volta individuato le quantità corrette per la tua Bonnie, adattarle alla ricetta personalizzandola.
      Comunque i cani sono molto resistenti ai batteri, basti pensare che mangerebbero con gusto qualsiasi schifezza putrefatta trovata in giro senza risentirne, forse l’appunto potrebbe essere valido in caso di cibo crudo come nel raw food, infatti i crudisti, surgelano preventivamente gli alimenti da dare crudi.
      Spero di esserti stata di aiuto e continua a seguirci, nei prossimi giorni nuove ricette in arrivo, a presto.

  25. Ciao, la mia cagnolina è altamente allergica alle uova. Non mettendole nell’impasto le crocche verrebbero ugualmente?

    Grazie mille!

    1. Ciao Cristina, le uova in questa ricetta oltre ad essere dei leganti per l’impasto sono anche comprese nella quota di proteine, per cui la sostituzione comporta un aumento della quantità di carne (almeno 80 gr in più).
      Per legare gli ingredienti tra di loro invece, ti consiglio di usare la fecola di patate (due cucchiai dovrebbero bastare) come le meravigliose torte vegan senza uova. Fammi sapere come sono venute, attendo tue notizie.
      PS … mi hai dato un’idea per le prossima ricetta di crocchette che sto preparando … grazie

  26. Sarebbe perfetta se non fosse per l aglio che fa malissimo ai cani…contiene tiosolfato tossico per i cani come anche le cipolle.

    1. Ciao Sara, grazie per il tuo intervento che mi da la possibilità di sfatare una leggenda metropolitana.
      L’aglio è un antibiotico, antibatterico e antiparassitario naturale ottimo se dato nelle giuste dosi, largamente utilizzato nelle crocchette olistiche (di cui ovviamente non posso fare il nome ma che tranquillamente puoi ricercare nel web) e negli integratori naturali (estratti in olio) utilizzati in molti allevamenti riconosciuti per l’accrescimento e la salute dei cani.
      Per completezza la dose tossica corrisponde al 0.5% del peso dell’animale, per cui un cane di 10 kg ne dovrebbe mangiare REGOLARMENTE circa 5 gr al giorno (1 spicchio) per veder insorgere l’anemia.
      Il Dott. Pitcairn (autore di The Complete Guide to Natural Health for Dogs and Cats) suggerisce l’uso di aglio fresco in cicli periodici indicandone le quantità da dare ( in spicchi) in base al peso del cane.
      Molti veterinari olistici lo consigliano per i suoi grandi benefici nella stimolazione del sistema immunitario e come repellente naturale per zecche pulci e zanzare.
      Secondo Gregorio Tilford, (autore di All You Ever Wanted to Know About Herbs for Pets), un cane sano può consumare tranquillamente 1/8 di cucchiaino di aglio in polvere per chilo di cibo da 3 a 4 volte alla settimana.
      La cipolla invece non avendo nessun beneficio se ne sconsiglia l’uso.
      Spero di essere stata esaustiva ….. e prova questa ricetta, il tuo cane ti ringrazierà, a presto.

    1. Ciao Gilda, le crocchette si conservano tranquillamente per 15/20 giorni in un contenitore a chiusura ermetica. Il segreto di una buona conservazione è farle seccare bene nel forno spento con lo sportello aperto e una volta uscite dal forno lasciarle su un vassoio ben aperte a seccare anche 1 giorno intero coperte da un tovagliolo.
      In alternativa l’essiccatore per qualche ora.
      Continua a seguirci, ci sono tante novità in arrivo !!!

Lascia un commento