FORMAGGIO FATTO IN CASA SENZA CAGLIO

formaggio fatto in casa senza caglio

Sono sempre stata affascinata dall’autoproduzione e pensare ad un formaggio fatto in casa in modo semplice senza caglio animale, da poter utilizzare per i mie cani è stato un chiodo fisso da un po’ di tempo a questa parte.

Alleggerire la loro dieta casalinga con dei pasti light specialmente d’estate è una buona norma e i formaggi freschi sono molto graditi nelle ciotole.

Già avevo provato a fare in casa la ricotta di capra, e provare a realizzare una formaggetta fresca “primo sale” (ma senza sale) mi è venuta in mente perché avevo da riutilizzare una bottiglia di latte intero alta qualità in scadenza, che avevo acquistato per sbaglio. E si sa … a me non piace sprecare gli alimenti!

FORMAGGIO FRESCO FATTO IN CASA ALLO YOGURT SENZA CAGLIO CON SOLO 3 INGREDIENTI

  • 1 lt di latte intero alta qualità
  • un vasetto di yogurt bianco intero
  • 1 cucchiaio di succo di limone

PROCEDIMENTO

Il consiglio principale per una riuscita ottimale è utilizzare ingredienti di alta qualità. Lo yogurt aggiunto conferisce corpo, arricchisce di fermenti lattici e ne migliora il gusto, io ho utilizzato il mio yogurt fatto in casa.

Realizzare in casa un formaggio fresco, in realtà non è difficile, pochi semplici passaggi e il gioco è fatto.

Versa il latte in una casseruola e accendi a fuoco medio. Porta il latte ad una temperatura che raggiunge quasi l’ebollizione, quando vedi fremere la superficie aggiungi il vasetto di yogurt e con una frusta mescola fino a far sciogliere completamente. Spegni il fuoco e aggiungi il succo di limone che aiuterà la formazione della cagliata. A questo punto copri ermeticamente con un coperchio e lascia riposare per circa mezz’ora.

Dopo questo tempo vedrai affiorare in superficie i fiocchi di latte che si coaguleranno in maniera naturale, taglia la cagliata e raccogli i fiocchi in un cestello con l’aiuto di un colino a maglie fitte.

Io ho preferito mettere un tovagliolo di tela bianca per raccogliere bene tutti i fiocchi di latte. La resa di 1 lt di latte non è tantissima

A questo punto togli dal tovagliolo, lascia sgocciolare e riposare nella fuscella

Qualche ora in frigo ed è pronto per essere gustato in ciotola.

CONSIGLIO CULINARIO PER UMANI

Se hai deciso che vuoi dividere il primo sale fatto in casa con il tuo cane, dividi la cagliata in due fuscelle piccine.

Nella tua puoi aggiungere un pizzico di sale quando la metti a sgocciolare, spezie, verdure e aromi a piacere e poi servirlo con una ricca insalata mista di contorno.

formaggio fresco fatto in casa - particolare
formaggio fresco primo sale allo yogurt fatto in casa – particolare

2 pensieri riguardo “FORMAGGIO FATTO IN CASA SENZA CAGLIO

  1. Ciao! prendo questo ultimo post per raccontarti una piccola storia:

    La nostra cagnolina veniva da un canile dove non si sa cosa, quanto e soprattutto quando mangiasse, fortunatamente non ha problemi di intolleranze o gusti difficili, quindi bene o male tutto quello che le abbiamo dato lo ha sempre mangiato con gusto, però aveva sempre il pelo opaco, di tanto in tanto si formava la forfora o aveva problemi con le feci, sia con cibo industriale che cercando di darle un’alimentazione fatta in casa. Oltretutto, vuoi l’uscita dal canile con una vita sicuramente più agiata, vuoi l’alimentazione sbagliata, era passata da 17 a 20 kg, ed essendo un Segugio con le esili zampe il veterinario ci aveva raccomandato di non farla crescere di peso o poteva diventare un problema. Sono andato alla ricerca di informazioni nutrizionali e ho scoperto il tuo bellissimo blog! Leggendo ed informandoci correttamente abbiamo scoperto che il nostro modo di farle il cibo in casa era sbagliato (cose troppo cotte e proporzioni dei macro nutrienti errate). Mi sono messo di impegno e ho creato un file Excel con i calcoli esatti in modo da poter ricavare la giusta quantità di cibo da somministrare e da acquistare per i pasti settimanali. Da quando abbiamo iniziato con la giusta alimentazione Nanga è cambiata incredibilmente in meglio: pelo lucido, feci perfette, meno pipì e stop bevute “da fondo ciotola”, mangia meno voracemente ed è più tranquilla!

    Quello che ci spaventava rispetto all’acquisto delle crocchette era che fosse complicato gestire questa cosa, ma alla fine non c’è tanto nulla di complicato se si è organizzati, le regole da seguire sono poche e semplici: quantità in percentuale adatta al peso, macronutrienti corretti, dare cibi che non siano dannosi e varietà nell’offerta in modo da trovare eventuali intolleranze, poi le ricette sono infinite e si possono trovare le combinazioni migliori e più adatte al nostro amico/amica a 4 zampe.

    Ora che abbiamo deciso di prendere un compagno a Nanga, visto che soffre molto la solitudine, sarà ancora più un piacere partire già con il piede giusto!

    Non sappiamo davvero come ringraziarti, abbiamo scoperto davvero un nuovo mondo, e ora mia moglie mi prende in giro perchè dice che mi impegno di più a far da mangiare a Nanga che non a far da mangiare per noi 😀

    Prossimo step: essiccatore per creare snack e pasti da portare in vacanza visto che abbiamo il camper e andiamo spesso in montagna!
    Davvero un grazie infinito! Continuiamo a seguirti con passione!

    Luca, Ilaria e Nanga!

    1. GRAZIE … GRAZIE … GRAZIEEE !!!!

      la mia passione, le mie conoscenze acquisite sulla mia pelle, quando 30 anni fa non c’era nessuno che ti dava la benchè minima informazione ho deciso di trasmetterli in un blog per cercare di offrire una piccolissima luce a chi inizia.
      Sono io che ringrazio voi per avermi raccontato la vostra bellissima storia e chissà che non ci incontreremo in qualche area sosta in giro per l’italia, mi farebbe davvero piacere.

      Un grandissimo abbraccio a tutti voi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.