RISO PER I CANI: COME CUOCERLO CORRETTAMENTE?

riso per i cani

 

Il riso per i cani è uno dei cereali usati più frequentemente nelle diete casalinghe: è semplice digeribile non contiene glutine … insomma è perfetto.

Ricette e proporzioni variano a seconda dei casi : attività fisica, età, intolleranze, razza, ed altri fattori individuali, ma assolutamente il riso non va utilizzato come fonte primaria nell’alimentazione del tuo cane.
Mentre un gatto è da considerarsi un carnivoro stretto e quindi non ha alcuna necessità di carboidrati, il cane con i secoli di domesticazione, nella maggioranza dei casi, ha effettivamente imparato a digerire i carboidrati complessi, purchè siano in quantità moderate.

COME CUOCERE IL RISO PER I CANI ?

Qui siamo di fronte ad una delle leggende metropolitane più radicate e difficili da cancellare, il riso stracotto!!! … Nulla di più sbagliato e adesso ti spiego il motivo.

La cottura è un fattore importante per la digeribilità degli alimenti contenenti amido ( i cereali). L’amido infatti se viene assunto crudo risulta indigeribile per il cane (anche per noi in realtà) e può causare disturbi intestinali (feci malformate o diarrea), viceversa se sottoposto a cottura risulta digeribile alla maggior parte dei cani.
Durante il processo di cottura avviene la GELATINIZZAZIONE degli amidi (la molecola di amido si apre perdendo la sua struttura a catena ) che li rende attaccabili dagli enzimi digestivi, favorendo la digestione.

Quando passa il punto di cottura, cioè diventa SCOTTO, oltre ad avere un indice glicemico molto più alto, il riso tende a formare un impasto colloso molto poco digeribile.

 

RISO E PASTA PER I CANI:
davvero bisogna lavarli dopo cotti ? FALSO

Quando il riso, o la pasta, raffreddano avviene il processo di RETROGRADAZIONE, cioè le molecole di amido subiscono il processo inverso a causa dello shock termico: si richiudono di nuovo diventando indigeribili. Quindi è totalmente inutile, se non addirittura controproducente, lavare il riso dopo la cottura.

Tra l’altro è un’abitudine che non ha molto senso, perchè pasta e riso sono composti quasi interamente da amido (circa il 70-80%), per cui davvero non si capisce cosa dovrebbe rimanere togliendo tutto l’amido.

 

RICAPITOLANDO

Il miglior metodo per la cottura del riso per i cani, ma anche pasta e patate è quello GIUSTO … né al dente e né stracotto. Lavare il riso prima e dopo la cottura non serve. Basta far raffreddare il tempo che sia mangiabile senza bruciare.
E se invece lo prepari in anticipo e lo metti in frigo o lo congeli ? In questo caso basta riscaldare, non servi di certo il riso congelato .
In presenza di acqua e calore le molecole di amido si gonfiano e si aprono di nuovo e sono pronte per essere gustate nella ciotola del tuo cane.

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.