Come iniziare l’alimentazione naturale per il tuo cane

come iniziare Cucina casalinga per caniL’alimentazione naturale, si sa, è quanto di più sano ci possa essere anche se molto spesso si fa fatica ad iniziare per la paura di sbagliare. Partendo dal presupposto che è indispensabile essere seguiti, almeno all’inizio, da un veterinario di fiducia che vi può aiutare a capire le quantità e i bisogni specifici di Fido, cerchiamo di affrontare alcune linee guida.

Innanzitutto non dovremo andare per gradi, come si fa quando si cambia la marca delle crocchette, l’introduzione dell’alimentazione casalinga per cani può avvenire in brevissimo tempo, anzi, nel minore possibile.  Questo per non appesantire la digestione del cane; non si possono, infatti, mischiare crocchette e cucinato (specialmente nella ciotola) in quanto avrebbero tempi diversi di digestione:

4-5 ore circa di digestione per gli alimenti crudi
8-9 ore circa per i cibi cotti
13-15 ore circa per il cibo industriale

Se proprio volete terminare quel sacco di crocchette comprato da poco, dividete i pasti, dando l’alimentazione naturale lontano da quella industriale, ma non deve essere una regola di nutrizione in quanto risulterebbe sbilanciata e sarebbe molto difficile stabilire le quantità corrette dei nutrienti necessari a lungo termine.

Detto questo, cosa fare ???
Vi conviene sempre iniziare da alimenti che il vostro pet ha già mangiato e tollerato senza alcun problema (ammettetelo che anche voi aggiungevate alle crocchette qualcosa di appetitoso per fargliele mangiare!!!), se invece il vostro amico ha mangiato sempre e solo cibo industriale, dovete iniziare con un alimento per volta al fine di individuare eventuali intolleranze. Questo processo vi porterà via un mesetto circa, ma vi renderà tranquilli e vi darà una gamma di alimenti su cui spaziare per potervi sbizzarrire con le ricette.

Per mia esperienza personale con i miei cani mi sono regolata in questo modo:

Il primo alimento che ho introdotto è stata la carne per almeno una settimana (di solito viene consigliato il maiale, ben cotto, che è considerato ipoallergenico)
Poi ho inserito una verdura in aggiunta (di solito zucchina o carota),
dopo qualche giorno, i carboidrati (solitamente patata ben cotta e schiacciata).

Poi si cambia proteina (manzo o tacchino) lasciando il resto invariato, per fare in modo che eventuali intolleranze vengono subito evidenziate… quindi si cambia carboidrato (di solito riso), e così via…..

In questo periodo di transizione l’organismo del vostro amico subirà una fase di adattamento e di disintossicazione da tutte le scorie accumulate, per cui potrebbero esserci episodi di feci molli o diarrea, o al contrario stitichezza con mancanza di deiezioni per due o tre giorni (ma non vi preoccupate, gli enzimi digestivi si devono semplicemente abituare ai cibi nuovi).

Dopo qualche giorno normalmente l’organismo si abitua alla nuova alimentazione: poche feci e ben formate, urine meno concentrate.

Ed è a questo punto che, come me, inizierete a riscontrare nel vostro cane, i benefici di un’alimentazione naturale fresca, perché come dice Ippocrate, “il cibo è la prima medicina”.

Be Sociable, Share!

37 pensieri su “Come iniziare l’alimentazione naturale per il tuo cane

  1. Salve, ho un Labrador di 12 anni che pesa 32 kg e ha sempre mangiato cibo industriale (con l’eccezione di qualche premietto ogni tanto). Adesso le è stato diagnosticato una epatopatia grave (origine ancora da capire). La stiamo disintossicando con farmaci e abbiamo inserito una alimentazione industriale per fegato ma sembra non andare bene.
    Vorrei passare ad una alimentazione naturale per aiutarla nel processo di
    disintossicazione. Potrebbe suggerirmi come avviare questo passaggio? Quantità?

  2. Salve! Grazie per i preziosissimi consigli ma volevo un aiuto per i quantitativi… Ho un cucciolo di 3 mesi che pesa quasi 10 kg. Immaginiamo futura taglia grande. Fino a ieri ho dovuto alimentarlo con delle crocchette specifiche per problemi gastrointestinali, consigliate dal veterinario per una diarrea che non andava via… Le ho sempre integrate con riso bollito e ogni tanto gli ho dato pezzetti di petto di pollo…adesso sta bene e da ieri ho iniziato un alimentazione naturale, 200gr. Di pollo, un po di riso, mezza carota grattugiata e un filo d’olio evo. Per ora mangia 3 volte al giorno, sono corrette le quantità? Poi vorrei iniziare a cambiare la carne con una un po più “ricca” maiale o manzo? In che percentuale? Grazie mille!

  3. Ciao, ho una cucciola di amstaff di 4 mesi (13 kg), da circa un mese ha iniziato ad evidenziare problemi quali prurito intenso, forfora, croste sul dorso, ho provato diversi tipi di crocchette tutte di ottima qualità, senza avere miglioramenti, vorrei passare al cibo fresco, quali sono secondo te le dosi adatte per un cucciolo della sua età?
    Seguirò i tuoi consigli…sembra ormai che tutti i veterinari siano esclusivamente pro-crocchette!!
    Grazie e complimenti!

    • Purtroppo ci sono cani particolarmente sensibili e problemi di questo tipo sono frequenti. Ti consiglio di affidarti ad un nutrizionista, non è semplice allevare e crescere correttamente un cucciolo così piccolo facendo in modo che non abbia carenze, anche perchè dovrà sicuramente iniziare con una dieta privativa, vista la sensibilità agli alimenti che dimostra. In questo sito web non si prescrivono diete, ma di consigli una volta che avrai iniziato te ne potrò dare tanti, visto che ho svezzato e allevato al naturale i miei cuccioli.
      Ti ringrazio per i complimenti e aspetto di leggerti di nuovo con notizie della tua cucciola. A presto, un saluto.

      • Ciao !! Io ho una shih-tzu che ha l ulcera . Ho tolto le crocchette perché stava male quando le mangiava nonostante avrebbero dovuto essere ottime per la patologia….cosa posso cucinarle e darle di sano ?? Grazie !!!

        • Sicuramente una buona gestione del regime alimentare non può portare altro che giovamento, ma in questo caso il fai da te è dannoso, l’alimentazione va gestita insieme al veterinario che con l’osservazione riesce a combinare dieta e terapia.
          Un saluto, a presto.

  4. Ho un meticcio Jack Rassel di 6 anni che pesa 6,5 kg e soffre di disturbi gastro intestinali dovuti a intolleranze alimentari, fino ad ora gli ho dato il monoproteico e le coliche sono diminuite ma ogni tanto ricompaiono, vorrei passare a una alimentazione casalinga, mi potrebbe consigliare le dosi? Avevo pensato a un menù a base di carne di maiale con patate, non mangia pasta né riso. Grazie

    • Sicuramente il tuo cagnolino trarrà solo benefici passando ad un’alimentazione naturale …. diciamo che per iniziare maiale e patate sono un must, ma bisogna che ti fai seguire da un veterinario, perchè per le intolleranze va fatta una dieta privativa, e non è semplicissima da gestire da soli se non si è esperti. Una volta individuato gli alimenti giusti, bastano due o tre proteine e altrettante verdure e farle ruotare nella settimana e il cane sta benissimo anche così.
      Se hai dei dubbi scrivi pure, sarò felice di rispondere, ciao a presto.

      • Si sono già in contatto con una veterinaria nutrizionista esperta, presto mi visiterà il mio Leo e mi farà un menù appropriato, ho già notato che i piselli non vanno bene, mentre le patate si, proverò anche le carote, spero che la dottoressa mi chiami presto così mi toglierò ogni dubbio, per il momento Leo sta bene, mangia tutto e non ha coliche anche le feci sono OK, credo di essere sulla strada giusta, ti ringrazio.

  5. Buonasera, ho una barboncina nana di kg. 5,5. Volevo essere certa di seguire bene i tuoi consigli. Le do a pasto x 2 volte al giorno 50gr.di carne (tacchino o maiale) con verdura fatta a passato (zucchina, finocchio, bieta, carota, zucca, fagiolini) circa 2 cucchiaini, 1 cucchiaino di olio (girasole mais o arachide) e riso integrale . Va bene così? Le ho comprato anche couscous farro e orzo. Da provare ancora. Per quanto riguarda la carne posso darle 1 giorno un tipo il giorno dopo l’altro? E posso darle anche manzo? Grazie

    • I mini-cani come la tua barboncina sono un po’ particolari …. per trovare la percentuale giusta bisogna provare ed osservare, hanno un metabolismo più accelerato dei cani grandi e molto spesso necessitano di una dose maggiore. Se lei è una canina sedentaria e vedi che è sazia e non dimagrisce puoi continuare così, altrimenti puoi tranquillamente aumentare le quantità senza problemi. Chiedi il supporto del veterinario magari all’inizio per calibrare le dosi.
      Per quello che riguarda la carne va benissimo un giorno un tipo e un giorno un altro, anzi è la cosa migliore, anche il manzo va bene, anche il coniglio, l’agnello, le frattaglie una volta ogni 15 giorni o una volta al mese, le uova, il pesce ……. come per noi la varietà è il segreto della salute.
      Spero di esserti stata di aiuto, un saluto a presto.

  6. Buonasera,

    io ho 5 cani di piccola taglia mix chiwi,
    Giulietta 3 anni kg. 2.8 sedentaria
    Romeo 3 anni kg. 2.5 vivace
    le loro 3 figlie
    Kyra 1 anno kg. 2.5 Sissi 1 anno kg. 2.5 Birba 1 anno kg. 2.3
    sono molto vivaci.

    le alimento in questo modo

    50 gr cane pollo un cucchiaio di riso integrale ben cotto un cucchiaio di verdura carote o zucchine o piselli con pochissimo olio extravergine due volte al giorno.

    Una volta alla settimana un uovo strapazzato o salmone grigliato o tonno fresco non in scatola sempre 50 gr.

    La mia paura e’ che i quantitativi siano troppo pochi o comunque non vario abbastanza, devo dargli anche integratori vitaminici, io vivo alle Canarie e non c’e’ nessun veterinario in grado di aiutarmi nell’alimentazione casalinga anzi mi consigliano tutti le crocchette ma tutti i miei cani sopratutto Romeo con le crocchette aveva sempre problemi digestivi.

    Ringrazio per i consigli che vorra’ darmi e saluto cordialmente.

    Marina

    • Le quantità che sta dando sembrerebbero più o meno corrette, corrisponderebbero circa al 4% del peso corporeo che è la quantità necessaria per cani di taglia mini come i suoi. Tenga conto che può aumentare un pochino se vede che hanno fame o che sono sottopeso, specialmente nei 3 più giovani, si può arrivare fino ad un massimo del 5% del peso se hanno un metabolismo veloce.
      Per variare un pochino di più può alternare come fonte di carboidrati il riso basmati, il cous cous, le patate lesse … e un cucchiaino scarso al giorno di olio di girasole o olio di pesce da alternare a quello evo.
      Ottimo il pesce, ottimo l’uovo … per le verdure ce ne sono parecchie che si possono dare vedi Quali verdure dare al nostro cane ed è possibile aggiungere anche la frutta Che FRUTTA dare al cane ? … insomma le variabili sono molte, ma mi sembra che sia già su un’ottima strada ….. un saluto, a presto.

      • Buongiorno, ringrazio per la risposta, per quanto riguarda la carne puo’ andare bene oltre al pollo, il tacchino, la lonza di maiale che mi sembra la piu’ magra, vitello? Il fegato si puo’ dare e di che tipo cioe’ vitello o maiale ed i quantitativi? Lo yogurt proprio non lo vogliono quindi come merenda cosa posso dare?

        Ringrazio e saluto.

        Marina

  7. Salve dottore io ho un bulldog inglese di 2 anni e mezzo ,purtroppo non riesce a digerire le crocchette (premetto che ha sempreso mangiato crocchete) . Ha problemi di stomaco vomita spesso ( gli è stato diagnosticato un inizio di IBD) le ho provate tutte ora sto provando con umido e cioè riso e carne macinata (maiale) . La carne 400 Gr. al giorno. Quanto riso devo dargli? Calcolando che mangia 3 volte al giorno .. Da quello che ho letto dovrei dargli 200 Gr. Di riso al giorno ma mi sembrano pochissimi mi può dare un consiglio? La ringrazio del suo prezioso tempo dedicato mi. Saluti Giancarlo

    • Passare ad un’alimentazione fresca non può che giovare al tuo bulldog, sicuramente una dieta fresca sarà meglio digerita, ma deve essere OBBLIGATORIAMENTE seguito da un veterinario nutrizionista per le dosi, in quanto una patologia come l’IBD non è semplice da gestire in una fase avanzata, pertanto essendo all’inizio ti consiglio vivamente di rivolgerti ad un professionista che ti saprà indicare le giuste dosi per non peggiorare la situazione. Quando avrai individuato le quantità di carboidrati che il tuo cane riesce a tollerare (la IBD è una patologia molto seria che porta tra le altre cose il malassorbimento intestinale) puoi tranquillamente vedere qualche ricetta sfiziosa ed adattarla al tuo cane.
      Per correttezza, tengo a precisare di non essere un medico e questo sito web non dà consigli medici, ma vuole offrire un supporto a chi vuole nutrire al meglio il proprio cane con alimenti freschi. Ma nel frattempo puoi sicuramente provare a realizzare degli squisiti snack sani e naturali. Se hai dei dubbi scrivi pure, sarò felice di rispondere. A presto, un saluto.

  8. Buonasera. Ho 3 chihuahua, tutti e tre sterilizzati, e avrei intenzione di passare all’alimentazione casalinga. Il mio dubbio è su cosa intendi per introdurre un alimento alla volta. Lo devo somministrare insieme alle crocchette, quindi diminuire queste e ad esempio aggiungere della carne? grazie e complimenti per gli utili consigli che dai

    • Il cibo industriale e quello naturale non vanno mai mischiati altrimenti si incorre in problemi di digestione a causa dei tempi diversi. Per introdurre un alimento alla volta si intende sempre l’alimento fresco di proteine ( ad esempio carne di tacchino ) al limite con un pochino di verdura, sempre la stessa, per almeno due o tre giorni, se non si hanno reazioni avverse, si può inserire un carboidrato ( ad esempio patate lesse schiacciate) e andare avanti per altri giorni. Aspettare almeno una settimana con gli stessi alimenti per far abituare il cane alla nuova dieta (si deve assestare e disintossicare l’intestino) e poi pensare di introdurre una nuova proteina (ad esempio il maiale ben cotto) e mantenerla per una settimana …. e così via ….
      Una volta preso la mano non è difficile e sicuramente i tuoi piccoli amici ne saranno contenti. Ti consiglio comunque di farti seguire almeno all’inizio dal tuo veterinario che potrà valutare bene le necessità individuali dei tuoi chihuahua.
      Ti ringrazio per i complimenti e se hai altre domande da fare scrivi pure sarò felice di rispondere, a presto.

  9. Buonasera. Io ho un boxer di 11 mesi il sul peso é di 28,5 kg vorrei passare al cibo naturale fino ad oggi é stato alimentato con mangimi secchi brit care ma vedo che ultimamente non vuole i croccantini potrebbe aiutarmi dandomi dei consigli suoi alimentazione, e le quantità. La ringrazio.

    • Sicuramente un’alimentazione fresca e naturale è più appetibile, più gustosa e più salutare di un cibo secco preconfezionato. Essendo un cucciolone di taglia grande è bene che all’inizio sia seguito da vicino da un veterinario che con l’osservazione riesce ad adattare una dieta su misura per lui, per farlo crescere sano e forte, calibrando le quantità di proteine e di nutrienti anche in base all’attività fisica giornaliera e all’indole del cane, che notoriamente come razza non sono particolarmente sedentari. Puoi intanto iniziare a leggere l’articolo Quanto cibo casalingo dare al nostro cane ? tenendo conto che le quantità indicate sono semplicistiche e vanno necessariamente adattate al singolo cane. Nel frattempo puoi iniziare a cimentarti nella preparazione di fantastici biscotti casalinghi, sani e appetitosi che saranno sicuramente graditissimi. A risentirci presto, un saluto.

  10. Leggo per la prima volta i vostri consigli! Ho un meticcio di 6 mesi ( secondo me iperattivo) pesa quasi 7 kg. Ho cercato di nutrirlo con crocchette ma lui adora il cibo casalingo anche se adattato a lui! Ho però paura che se dovessi lasciarlo per qualche giorno( causa ospedale) gli darebbero solo crocchette. In tal caso credete le mangerà?? Grazie in anticipo della risposta

  11. Buonasera!!!Avrei necessita’di un tuo consiglio!Sono proprietaria di un rott maschio di 1 anno e 4 mesi,lo abbiamo sempre alimentato con le crocchette,provando varie buone marche!E’da Luglio che il suo peso e’invariato ,la bilancia e’sui 37 kg!E’un cane che fa molto sport ,2/3volte a settimana!Vorrei passare al cibo fresco,mi sai dare dei consigli pratici?non so da dove cominciare!Ti ringrazio in anticipo!!!

    • Sicuramente si inizia con pochissimi alimenti per volta lasciandoli invariati per qualche giorno per controllare eventuali intolleranze, poi piano piano si cambia un alimento per volta sempre con lo stesso procedimento. Se ci sono alimenti che già tollera con certezza si può cominciare da quelli e piano piano ampliare. Per le quantità ti puoi vedere l’articolo Quanto cibo casalingo dare al nostro cane ? tenendo conto che specialmente all’inizio è bene farsi seguire da un veterinario che valuta la risposta del cane e poi eventualmente calibra le quantità e le proporzioni in base alla risposta (se dimagrisce si aumenta, se ingrassa si diminuisce). Qualsiasi difficoltà scrivi pure, ciao a presto.

  12. Ciao grazie per i consigli che dai. Ho una vivacissima meticcia di taglia media di quasi 7 mesi che pesa quasi 12kg e volevo iniziare a darle cibo casalingo a pranzo e crocchette a cena come mi ha consigliato la veterinaria. A pranzo se le do 120 gr di carne o pesce con zucchine e carote quanto riso o pasta devo aggiungere? Potrebbe essere giusta come alimentazione ?

    • Mischiare alimentazione industriale con alimentazione naturale, seppur in due pasti separati, a lungo andare può essere difficile da equilibrare. Diciamo che con 120 gr di carne in proporzione per un cucciolo si potrebbero abbinare 50 gr di carboidrati (pesati da cotti) e 50 gr di verdure. Ti consiglio comunque di confrontarti con la tua veterinaria che sicuramente ti potrà aiutare nella formulazione di una dieta personalizzata. A presto, un saluto.

      • Grazie. Ma secondo te facendo farei alla cuccioletta due pasti ( oltre a un po’ di colazione ) cosa dovrei darle da mangiare alla sera al posto delle crocchette ?

        • se si fa alimentazione casalinga, al pasto serale mangia la stessa quantità dell’altro pasto, in quanto sicuramente è la metà della dose giornaliera. Saluti.

  13. Ho un barboncino nano di 6 mesi peso 4 kg……mangia giàda due mesi cibo casalingo. Volevo conferma se vado bene con le quantità. Lei mangia due volte al giorno per pasto 20 gr di riso soffiato 30 grdi carne (maiale o tacchino o vitello o pollo) qlche pezzettino di patata carota e zucchine lesse. Crede vada bene???

    • A mio parere le quantità sono troppo poche considerando che è un cagnolino in crescita, specialmente le quantità della carne. Le proporzioni per cuccioli in accrescimento sono completamente diverse da quelle degli adulti, hanno maggiore necessità di proteine, di calcio per le ossa, di verdure, di frutta … vanno date le uova, il pesce …. Il riso soffiato dato tutti i giorni è assolutamente riduttivo in quanto non apporta nessuna sostanza nutritiva, è di per se solo un riempitivo, che se dato in maniera occasionale non comporta alcun problema. Bisognerebbe dare riso (meglio basmati), patate lesse, cous cous … insomma, bisognerebbe variare molto di più, altrimenti il cucciolo potrebbe incorrere in carenze nutrizionali. Io consiglio di rivolgerti ad un veterinario nutrizionista che ti può aiutare almeno all’inizio a calibrare l’alimentazione per il tuo piccolino, poi una volta preso il via potrai fare da sola senza alcun problema. Un saluto, a presto.

  14. Volevo ringraziare per questo sito che finalmente ci dona istruzioni pratiche. Volevo chiedere un parere ho adottato una cagnolina meticiccia che ora ha nove mesi come taglia non dovrebbe superare gli 11 kg e mezzo così mi ha detto il veterinario, sto cercando di darle cibo cucinato da me come mi ha detto il veterinario: 1 patata grande, 1 carota cruda grande, 4 cucchiai di riso,100 gr di carne macinata, 2 cucchiai di olio e uno di crusca, ma in una settimana ha preso mezzo chilo. E’ un cane molto vitale e cerco di portarla a correre e a giocare con gli altri cani ma non tutti i giorni riesco, ti chiedo se mi puoi modificare i dosaggi se lo ritieni in base alla tua esperienza. grazie! Anna G

    • Innanzi tutto ringrazio te per l’apprezzamento dimostrato, poi ti dico che a mio parere i carboidrati sono troppi: o la patata o il riso. E’ come andare al ristorante e mangiare due primi piatti di pastasciutta … buonissimi….. per una volta ok ….. ma mangiati tutti i giorni sicuramente ingrasseremmo in un battibaleno !!!!!
      Il cane ha necessità di pochi carboidrati che per lui risultano oltretutto poco digeribili. Ti consiglio di navigare un pochino nel mio blog e leggere l’articolo Quanto cibo casalingo dare al nostro cane? , troverai sicuramente tanti spunti utili per migliorare la pappa quotidiana della tua cagnolina. Un saluto, a presto.

  15. ciao! le varie proteine le hai introdotte a distanza di due settimane quindi? grazie e complimenti per il sito, proverò tutte le ricette: negli ultimi mesi ho capito che la felicità dei nostri amici dipende anche da come li nutriamo.

    • Ho introdotto le varie proteine a distanza di circa 10 gg. ma i tempi possono benissimo allungarsi senza che ci sia alcun problema. Grazie per le tue belle parole, … e … si, è vero … nutrirsi bene aiuta ad essere felici !!! Un abbraccio.

  16. Buongiorno, sono passata all’alimentazione fresca -assistita dallo specialista in nutrizione canina (meglio di alcuni veterinari a parer mio)- da circa 2 mesi.
    Confermo che la differenza è visibile, sia nel fisico che nel -diciamo- carattere.
    Unica cosa: non bisogna mai improvvisare la dieta. Fatevi seguire da chi ne sa, ma deve saperne veramente tanto, comprese le eventuali integrazioni da aggiungere o diete da aggiustare a seconda delle patologie già esistenti.
    Viva il cibo buono!!! 🙂

    • Ottimooo!!!! Ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza, spero che tra le mie ricette troverai qualche idea per realizzare delle ciotole sfiziose.
      Viva il cibo buono !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*