ANSIA DA SEPARAZIONE NEL CANE

ANSIA DA SEPARAZIONE NEL CANE

 

L‘ansia da separazione è uno dei comportamenti errati più frequenti nel cane, ne soffre circa il 15% della popolazione canina. Il motivo è presto detto: eccessivo attaccamento al padrone.

Il cane è un animale sociale, da branco e per lui l’isolamento è una vera e propria punizione, ma ahimè al lavoro bisogna andare ed è raro che si riesca a portarci dietro il cane ! Ma mentre gli americani hanno istituito la “giornata del cane in ufficio” (22 giugno) a noi non resta che lasciarlo a casa.

 

ANSIA DA SEPARAZIONE DEL CANE COME GESTIRLA

 

Se il tuo cane quando è solo abbaia in modo eccessivo, piagnucola e al tuo ritorno ti fa trovare la casa come un campo di battaglia, potrebbe soffrire di stati ansiosi.

  • Insegnare l’indipendenza fin da cucciolo è indispensabile per un cane che vive in casa. Iniziando con brevi momenti di solitudine, accompagnati da giochini e premietti.

Se il cane è rimasto tranquillo durante la tua assenza, è il momento di allungare i tempi in cui rimane solo. In questo modo si abitua piano piano.

  • In alcuni casi è utile lasciare a portata di zampa, un giochino o qualcosa da rosicchiare per impegnarlo nel tempo. Utile anche avere una telecamera per vedere cosa avviene in casa e capire la gravità degli stati ansiosi, eventualmente da riferire al veterinario o all’educatore.

Un prodotto interessante è la FURBO DOG CAMERA, che con il suo rilevatore di abbaio ti invia notifiche push e puoi controllare quello che avviene in casa dal tuo cellulare e cercare di prevenire il disastro !

Puoi addirittura premiarlo e giocare con lui con un lancio di croccantini aumentando il rinforzo positivo: è davvero divertente anche per noi osservare il nostro cane attraverso una app installata sullo smartphone e vedere come si comporta in nostra assenza.

Io l’ho ricevuta in regalo e l’ho provata con i miei cani, naturalmente non ho usato croccantini industriali, ma i loro biscotti preferiti : i biscotti al tonno e i biscotti ai fiocchi d’avena.

Ho solamente modificato la forma, dopo aver fatto l’impasto, li ho stesi in piccoli rotolini e tagliati con il coltello come fossero gnocchetti mignon in modo che si adattassero alla Camera.

 

CERCARE DI PREVENIRE L’ANSIA DA SEPARAZIONE

 

  • Una delle regole base se il tuo cane soffre la lontananza è evitare partenze con ripetuti saluti, rendendo ancora più drammatico il momento del distacco, cercando invece di uscire quando il cane è rilassato.
  • Un’aggravante per questi stati ansiosi è la noia. Prima di uscire porta il tuo cane a giocare per almeno 20 minuti: un cane stanco ha meno energie per fare disastri in casa.
  • In ogni caso MAI SGRIDARLO, per lui è un momento di vera sofferenza ed è tuo dovere insegnare al cane il controllo e la gestione delle emozioni, se serve anche consultando un bravo educatore.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.